Bambole gonfiabili e l’evoluzione della masturbazione maschile

Image: © instagram fun factory

C’erano una volta le bambole gonfiabili. Negli anni 50, in Germania, fu messa in commercio una bambola dal nome Lilli, reperibile non solo nei negozi per adulti, ma anche presso bar e tabaccherie. Ovviamente era di piccolo formato e ricordava una femme fatale dei fumetti, disegnata da Reinhard Beuthien per la rivista tedesca Bild-Zeitung. Non c’era nulla di male ad acquistare questa mini doll, che veniva soprattutto regalata come gag per gli addii al celibato. Successivamente nei sex shop si trovavano bambole che si gonfiavano (appunto) come un salvagente ed erano penetrabili: bocca e vulva erano “aperte” per provare emozioni diverse dall’autoerotismo tradizionale. In tanti decenni qualcosa è cambiato e la tendenza è l’acquisto delle fleshlight. Tutto nacque alla fine degli anni ’90 quando Steve Shubin, un ex membro (e qui ci sta benissimo) del dipartimento di polizia di Los Angeles, condivide con la moglie Kathy la gioia di diventare padre di due gemelli. La gravidanza è ad alto rischio quindi a Steve si consiglia di non avere rapporti sessuali con la consorte fino a parto avvenuto. D’accordo con lei, investe 50.000 dollari e inizia a progettare una sorta di manichino funzionale femminile, riducendo la bambola ai soli genitali. Insomma pensandoci bene il prototipo doveva essere abbastanza inquietante. Il modello originale era costituito da un tubo di plastica con una guaina morbida all’interno la cui forma ricordava la pila per andare in cantina o nel bosco di sera.   Oggi il mercato degli oggetti del piacere punta moltissimo al piacere maschile, in solitaria o in coppia e fila velocissimo- Vediamo qualche sex toy interessante, di qualità e che mi è piaciuto. N.B. Tenete presente che serve sempre molto lubrificante. 

ARCWAVE

Stroker (trad. accarezzatore) super tecnologico che ha la unica e particolare stimolazione Pleasure Air™: potenti onde vanno a stimolare il frenulo per  orgasmi intensi. Super tecnologico, silenzioso, in morbido silicone. Ha vinto il Red Dot Award nel 2021.

Costo 190 euro

Per info clicca qui

SUCK-O-MAT

Blow job tecnologici con 8 tipologie di suzione. Progettato in Germania, si può utilizzare senza l’ausilio delle mani. Nella confezione sono inclusi il telecomando per e l’adattatore per auto. A dire il vero lo trovo un po’ ingombrante ma sicuramente da provare

Costo dai 199 ai 299 euro a seconda dei modelli

Per info clicca qui

MANTA

E’ quello della fotografia. Un vibratore da uomo di ottima qualità e fattura. E’ versatile e si può usare anche con la/il partner. Dotato di ali flessibili, accarezza il pene dall’alto in basso e viceversa. Può essere utililizzato anche se  non vi è erezione.

Costo 99 euro

Per info clicca qui

EGGS monouso

Inventate dall’ingegnere giapponese  Matzumoto e poi copiate da tutti, le guaine monouso sono economiche, divertenti e costano poco. Non sono una novità, però continuano e essere acquistate. Ci sarà un motivo.   Adatte soprattutto a chi vuole approcciarsi al mondo della masturbazione giocosa anche per via della confezione a forma di uovo colorato. Si apre e all’interno si srotola sul pene un morbido, trasparente e titillante “guanto” che poi, una volta che si è raggiunto l’orgasmo, si getta. 

Costo 8 euro

Per info clicca qui

da leggere

"CHI SI TOCCA MUORE" Un trattato del 1830 sulle conseguenze fatali della masturbazione

di ANONIMO

Nel 1830 l’anonimo direttore di un carcere minorile francese firma l’altrettanto anonimo Le livre sans titre per illustrare ai giovani i danni dell’onanismo, considerato la fonte di ogni male fisico e morale

Condividi su facebook
Share
Condividi su pinterest
Pin
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
scopri